La Guajira, il primo grande parco eolico in Colombia

da | Ago 26, 2021 | Blog, Notizie e aggiornamenti | 0 commenti

La Colombia avrà il suo primo parco eolico su larga scala. I lavori sono iniziati qualche mese fa con l’arrivo delle prime turbine nella penisola di La Guajira, baluardo della transizione energetica del Paese.

È il “secondo progetto di energia eolica nel paese, dopo Jepirachi”, secondo fonti certe del Ministero colombiano dell’Energia e delle Miniere DW. Il ministro dell’Energia e delle Miniere della Colombia, Diego Mesa, lo ha pubblicato sul suo account Twitter:

Il parco Guajira I a Isagén, che dovrebbe entrare in funzione entro la fine del 2021, avrà una capacità di generazione di 20 megawatt (MW), che equivale al consumo di elettricità di oltre 33.000 famiglie colombiane.

“La Regione dei Caraibi è l’asse di detta transizione, ne è prova che 12 dei 14 progetti aggiudicati all’asta del 2019 saranno realizzati in questa regione del Paese”, dichiarano le fonti, ricordando che “il dipartimento di La Guajira ha il maggiore potenziale per progetti eolici, in quanto questa regione ha una velocità del vento superiore alla media mondiale”.

Con questo progetto, l’energia eolica in Colombia sarà del 12%, rispetto all’attuale 0,5%. Dall’Istituto di Studi per lo Sviluppo e la Pace (INDEPAZ) della Colombia, Joanna Barney ha detto a DW che “per la Colombia, la diversificazione del paniere energetico implica una maggiore sicurezza del sistema, in quanto un’eventuale diminuzione delle nostre riserve  sarebbe di certo sostenuta dalle energie rinnovabili”.

Tuttavia, non possiamo dimenticare gli impatti sociali che il progetto provocherà, come “l’ingresso di stranieri nelle comunità indigene, il confronto tra le comunità sui presunti benefici e lo spostamento delle comunità a causa dei parchi o delle infrastrutture che li supportano  “, secondo la sig.ra Barney.

La comunità indigena dei Wayuu vive nella penisola di La Guajira e ha sollevato dei problemi riguardo alla proprietà dei territori. Armando Custodio Wouriyu Valbuena, leader Wayuu per 40 anni, ha detto a DW che “lo spazio vitale dei Wayuu è lo spazio aereo, marittimo e terrestre”.

Ritengono che “vengano violati i diritti umani”, come ha affermato da un altro leader, e segnalano che “la società non ha proceduto alla consultazione preventiva come avrebbe dovuto”, sottolineando la mancanza di informazioni precise che induce gli abitanti a lasciare le proprie case. 

“La riattivazione economica deve promuovere le energie rinnovabili in quanto esistono impegni internazionali sul clima che impongono una transizione urgente. Tuttavia, non può ignorare aspetti come l’esistenza di comunità indigene nel territorio, i loro usi e costumi “, ha detto a DW Karla Maas, portavoce del Climate Action Network in America Latina, che sostiene una riattivazione economica trasformativa ed equa nella regione.

Guadalupe García Corigliano
Guadalupe García Corigliano

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments