Da buoni cristiani e cittadini del mondo vogliamo prenderci cura del dono ricevuto da Dio, vogliamo gestire bene l’eredità che sarà lasciata ai nostri discendenti. Proponiamo, a livello personale, ma anche familiare e comunitario, diverse idee che ci aiutano a concretizzare i nostri buoni propositi in azioni settimanali, sempre ispirati dalla Parola di Dio e dall’ enciclica Laudato Si’ del nostro Papa Francesco.

Naturalmente, è possibile ideare nuove azioni o sviluppare nuove varianti a quanto qui proposto. Lo Spirito Santo ci dona la sua creatività per il bene comune! A proposito, non sarebbe male iniziare ogni settimana con una piccola invocazione a Dio, affinché possiamo compiere queste azioni con gioia e portare buoni frutti.

1. Iniziare ad avvicinarci all’ enciclica Laudato Si’

Se non l’ avete ancora letta, iniziatela a conoscerla poco a poco, oppure rileggetela e coglietene nuove sfumature. Andate avanti e leggetela in un gruppo.

2. Partecipare o avviare un Circolo Laudato Si’

Se avete già trovato fratelli e sorelle che condividono la nostra sensibilità e la chiamata alla conversione ecologica, attivatevi, organizzate un Circolo e invitate altri membri della vostra comunità.

Informati sui Circoli Laudato Si’

3. Formarsi e diventare Animatore Laudato  Si’

Se state già partecipando al Movimento Laudato Si’ e volete essere leader, servitori utili del Regno di Dio di questi temi, mettete in gioco le vostre capacità allenandovi e offrendo formazione agli altri intorno a voi.

Voglio essere  Animatore Laudato Si’!

4. Acquistare cibo fresco al mercato più vicino 

Iniziate la vostra conversione ogni giorno, in ogni acquisto di cibo, in ogni pasto che fate. Se  acquistate prodotti freschi, di stagione, mangerete più sano ed eviterete additivi e conservazione in grandi frigoriferi. Se acquistate cibo locale, eviterete trasporti, imballaggi costosi e inquinanti e darete lavoro anche ai vostri connazionali.

5. Risparmiare carta utilizzandola su entrambi i lati.

Prendetevi cura delle foreste, non sprecatele, riciclate tutta la carta che potete e stampate solo ciò che è necessario.

6. Organizzare una campagna per la pulizia e la cura del verde pubblico.

Per una città più accogliente, potete fare attività con il resto del quartiere nelle strade, nei parchi, nei lotti abbandonati o negli argini… Potete chiedere all’Amministrazione più parchi e aree pedonali senza auto nella vostra località. Provate a creare e curare un orto comunitario Laudato Si’.

Guarda cosa hanno fatto nel Capitolo della Repubblica Domenicana

7. Partecipare alla preghiera mensile mondiale Laudato Si’.

Il nostro attivismo non deve trascurare la condivisione della fede e la vita interiore. Partecipate ogni mese all’incontro di preghiera insieme a persone di molti altri paesi e culture che pregano insieme Dio per il suo creato.

Scopri l’ultimo incontro di preghiera, a cura del team di lingua spagnola

8. Pulire la casa, la scuola o la parrocchia con prodotti ecologici e biodegradabili.

Ci prendiamo cura dell’atmosfera e della nostra salute evitando composti chimici che degradano l’ozono, inquinano l’aria e danneggiano il nostro sistema respiratorio.

9. Conservare le foreste pluviali

Conoscere, ascoltare e sostenere chi le abita, in particolare le popolazioni indigene. Evitare la loro deforestazione (non consumare i prodotti che la originano), agire insieme ai gruppi che la difendono, collaborare anche con le organizzazioni ecclesiali che vi vivono e agiscono.

10. Acquistare solo i vestiti di cui si ha bisogno

Cercate anche di conoscerne l’origine, per evitare tanto lavoro minorile in paesi lontani, tanta contaminazione nei coloranti e tanti sprechi. Potreste anche regalare vestiti fatti a mano o fatti in casa, imparare a cucire e aggiustare i vestiti per non buttarli subito, comprare vestiti nei negozi di solidarietà e dell’usato. Evitate, se possibile, i vestiti realizzati con pelli di animali.

11. Condividere il veicolo

Prendetevi cura della mobilità, in modo che i nostri movimenti non danneggino l’atmosfera (la CO2 è a una concentrazione di 417 ppm e dovrebbe essere a 350 ppm). Provate con i vostri amici e colleghi a creare turni e modalità di trasporto che riducano l’utilizzo dei mezzi con un solo viaggiatore.

12. Provare a fare la doccia finché dura la tua canzone preferita

Siate creativi affinché il risparmio idrico non sia fastidioso ma, piuttosto, un gioco di solidarietà. Invitate i vostri amici o i vostri figli a partecipare a sfide come questa.

13. Risparmiare elettricità a casa 

Curando le abitudini di consumo ma anche cercando di puntare di più al risparmio, generando elettricità sul proprio tetto o terreno e acquistandola solo da società di energie rinnovabili.

14. Crescere un albero

Su un balcone, a scuola o in parrocchia. Scoprite il suo ciclo di vita e poi piantatelo con i bambini: organizzate una Giornata dell’Albero e continuate tutto l’anno visitando la pianta, annaffiandola e conservandola, dando amore ad ogni pianta. Informatevi sulle cure regolari e a lungo termine.

Ascolta musica per un’ecologia integrale

15. Usare più trasporti pubblici

Richiedete politiche pubbliche in modo che il trasporto sia sostenibile e gratuito e serva bene le periferie della città. Potreste anche scrivere una lettera alla stampa o avviare un dibattito tra i vicini.

16. Risparmiare acqua nella cassetta del wc

Utilizzando il pulsantino del doppio scarico o riducendo il volume della cassetta con oggetti solidi, è inoltre possibile raccogliere e utilizzare l’acqua fredda iniziale dalla doccia lì.

17. Valorizzare i buoni funzionari e dipendenti pubblici

Incoraggiateli, riconoscete il loro buon lavoro, la loro vocazione a servire il bene comune. Scrivete sulla stampa un grazie a coloro che vediamo che lavorano onestamente ogni giorno nella loro posizione per prendersi cura di ciò che è di tutti. Celebrate con loro un’Eucaristia in parrocchia, create un premio locale che li incoraggi.

18. Ogni notte scollegare gli elettrodomestici che non si usano

Risparmiare energia elettrica in questo modo e anche utilizzare razionalmente tutti i dispositivi tecnologici che abbiamo (anche quelli che ricaricano o utilizzano batterie, quasi sempre molto inquinanti).

19. Consumare più prodotti da agricoltura e allevamento biologici certificati

Imparare a distinguere le etichette che le difendono, conoscere le varietà dei prodotti locali, confrontare i sapori e le qualità. Conoscere alcuni produttori della propria regione e parlare anche della conservazione dei semi tradizionali. Potete anche coltivarne un po’

20. Conoscere l’architettura bioclimatica

Affinché gli edifici non sprechino materiali o energia e siano salutari per chi li abita, già dalla loro progettazione e costruzione, proporre ai responsabili che i nuovi edifici pubblici ed ecclesiali siano bioclimatici (o almeno risparmino energia).

21. Firmare una petizione per prendersi cura del creato

“Pianeta sano, persone sane” è un’occasione per aderire online a istanze generali su temi specifici, consapevoli del potere dell’opinione pubblica su chi prende decisioni che riguardano l’ambiente e i suoi abitanti. Possiamo anche creare le nostre piccole campagne locali.

Firma e diffondi la petizione!

22. Pregare e impegnarsi per la pace nel mondo

Insieme chiediamo al Signore di farci artigiani di pace e di ridurre le spese militari, affinché quelle forze e quei fondi possano essere dedicati al ripristino degli ecosistemi danneggiati e alla generazione di una vita dignitosa tra i più poveri.

Unisciti alla Rete di Preghiera per la Cura del Creato 

23. Dialogare  sulle nostre abitudini alimentari

Questa settimana parla con la famiglia, in vari pranzi e cene, della nostra dieta, delle nostre abitudini, dei vizi e dei cambiamenti da fare…. Organizzate anche un dibattito con i nostri amici e in parrocchia. Prova per ora a sostituire regolarmente alcuni piatti di carne con altri legumi.

24. Ridurre i nostri rifiuti di plastica

Evitare imballaggi eccessivi, sacchetti di plastica e sacchetti monouso al momento dell’acquisto; porta il carrello o la borsa alla spesa; evita sempre la plastica che non viene riciclata e finisce in mare; non dare ai bambini molti giocattoli di plastica.

25. Stare attenti al calendario 

Noi cristiani abbiamo le nostre feste liturgiche ma possiamo anche unire e diffondere eventi mondiali dedicati al Creato, come la Giornata della Terra (22 aprile), la Giornata dell’Ambiente (5 giugno), l’Ora della Terra, ecc…. unendoci a molte altre persone di altre fedi in una lotta comune per salvare il nostro pianeta. Segnate queste date importanti sul vostro calendario e organizzate un gesto in quella giornata nella vostra parrocchia o scuola.

Condividi il Calendario del Movimento Laudato Si’

26. Pedalare per il Clima

Mettete a punto le vostre bici e guidatele in città. In famiglia, discutete di questo problema e scrivete insieme al sindaco sulle piste ciclabili necessarie. Nel traffico, rispettate i ciclisti e le regole del traffico per evitare incidenti.

Leggi la storia di Roberto

27. Prendersi cura degli abitanti dell’ambiente rurale

Per evitare lo spopolamento dei piccoli centri, pensate alla scuola e alla Caritas della parrocchia, come facilitare il loro insediamento fuori città per giovani e immigrati. Chiedete alle autorità di garantire buone strade e comunicazioni nei villaggi e nelle zone di montagna.

28. Evitare le bottiglie d’acqua di plastica.

Consumate l’acqua del rubinetto, assicurandovi che la sua scorta sia potabile in ogni casa della città, e portatela nella stessa bottiglia di metallo. L’acqua pubblica di solito è buona ed economica (e se non è da reclamare) e con questa buona abitudine evitiamo la plastica monouso.

29. Camminare in natura

Godetevi e contemplate tutto ciò che è creato, ciò che è vissuto, ciò che è gratuito. Potete scoprire un’Area Naturale nel vostro territorio in questi giorni, vedere come cambia durante l’anno e pensare a come possiamo aiutarvi a conservarla.

Accompagna la tua passeggiata con la  meditazione de l’Incontro mensile Laudato Si’

30. Avvicinarsi alla Bibbia

E scoprite il Dio Creatore, il Dio che si prende cura di noi e ci sostiene, il Dio della vita. Provate a vedere quante volte la natura è citata nella Scrittura, l’agricoltura, gli animali e le piante, le stelle. Ricordate nella catechesi o nei momenti di preghiera, le citazioni che Gesù Cristo ha fatto della vita contadina (pastori, zizzanie, uccelli e gigli…). Cercate e recitate i salmi che parlano della Creazione. Anche i santi hanno scritto molto, ricordate con i bambini il Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi.

Guarda come i Papi e i Santi si sono preoccupati del cambiamento climatico

31. Dare valore all’acqua pulita 

Non sprecatela in casa: chiudete il rubinetto quando non è in uso (es. quando ci si lava i denti, si insapona, si cucina), installate dispositivi di riduzione del flusso e mantenete le tubazioni senza perdite. Preparate un’escursione di gruppo alle sorgenti che riforniscono la vostra città, informatevi  sul Ciclo Integrale dell’Acqua.

32. Mangiare del buon pesce 

Cercate nel vostro mercato i commercianti che vendono pesce sostenibile e certificato, meglio se non a strascico; chiedete loro l’origine di ciò che vendono (la tracciabilità della pesca). Andate sulla costa e incontrate i pescatori artigianali e i loro attrezzi da pesca, aiutateli a mantenere pulito il mare: organizzate una passeggiata alla spiaggia, al faro o al porto e lasciatelo più pulito di come lo troviamo.

Pregare per la carestia in Madagascar

33. Acquistare elettrodomestici efficienti e duraturi

Usate programmi eco a basso consumo e usateli solo quando sono pieni. Risparmiate più acqua usando bene la lavastoviglie che lavando a mano. L’obsolescenza programmata è un trucco dei cattivi commercianti per farci cambiare gli elettrodomestici ogni tanto; scegliamo bene quando li acquistiamo.

34. Più telelavoro

Se il tuo lavoro lo consente, chiedi alla tua azienda la possibilità del  telelavoro da casa alcuni giorni alla settimana, per evitare viaggi inquinanti e conciliare meglio i tuoi orari con le esigenze familiari.

35. Usare lampadine a risparmio energetico

Ogni mese cambia a Led le luci di una stanza della casa. Puoi, poi, aiutare i vicini in questo e proporlo in parrocchia.

36. Collaborare con gli altri in una rete fraterna 

Conoscere, discutere e partecipare alle preoccupazioni comuni per l’Ecologia Integrale con altre persone, magari più lontane dai propri ambienti ecclesiali (ONG, associazioni ambientaliste e di consumatori, promotori degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ecc…).

Prendi esempio da questa famiglia dell’Honduras

37. Promuovere parrocchie sostenibili

Interessatevi all’energia geotermica per i nostri edifici ecclesiali e scoprite le nuove tecnologie solari per i tetti di scuole, parrocchie e case. Diocesi e congregazioni religiose hanno molti metri quadrati di tetti al sole e potrebbero essere autosufficienti con gran parte della loro energia elettrica, sicuramente.

38. Vivere di più all’aperto

Create alternative salutari per il tempo libero per grandi e piccini, all’aperto; organizzate iniziative di convivenza nelle città.

Mettiti alla prova! Quanto ne sai di energia pulita?

39. Riciclare meglio

Separate e riciclate meglio i rifiuti, insegnate ai vicini a farlo, prendetevi  cura insieme dei contenitori sulla vostra strada, richiedeteli se non ce ne sono, chiedete rigore alle autorità sullo scarico finale. Anche nelle zone rurali si può imparare a compostare i rifiuti organici e ad utilizzarli sui terreni comuni più degradati (in città si può fare a livello di quartiere, compostaggio comunitario e poi distribuire il terreno per i vasi di ogni casa).

40. Camminare

Per prendersi cura dell’atmosfera e della salute, camminate in luoghi non lontani, lasciate l’auto per l’essenziale. Negli edifici usate più le scale e meno l’ascensore.

Accompagna la tua passeggiata con l’ascolto del podcast Laudato Si’ 

41. Non peccare sprecando cibo 

Evitate lo spreco alimentare con le buone abitudini e lo shopping intelligente. A tavola servitevi solo ciò che dovete mangiare e mangiate tutto ciò che viene servito; cercate reti solidali e applicazioni telefoniche che aiutino a condividere ciò che rimane di ogni giorno; imparate a utilizzare gli avanzi con piatti creativi; in ogni caso, non acquistate più del necessario e sfruttate al meglio la dispensa.

42. Innovare la moda dell’abbigliamento sostenibile

Create i nostri vestiti a mano, chiedendo agli anziani di insegnarvi come lavorare a maglia o altre tecniche. Avviate un gruppo di scambio di vestiti usati con i vostri amici. Favorite i mercatini parrocchiali di abbigliamento, mobili e articoli per la casa. Quando fa freddo, non accendete il riscaldamento se potete indossare vestiti caldi.

43. Eliminare le barriere architettoniche 

Si impara facilmente a pensare alle difficoltà delle persone dipendenti, camminando ogni settimana con uno di loro. Invitatele ai Circoli Laudato Si’ e prendete parte alle loro azioni ed esperienze di vita.

44. Migliorare l’educazione al consumo critico 

Anche nelle parrocchie, imparate ad essere consumatori coscienziosi e solidali, insegnate ai nostri fratelli che le nostre decisioni di acquisto quotidiane contano molto per il pianeta.

45. Vivere nella luce

Per noi la luce è Cristo, certo, ma materialmente bisogna anche garantire una buona luce: curare i ritmi quotidiani e cercare di lavorare nelle ore di luce naturale e riposare nelle altre. Scrivete alla vostra amministrazione locale e migliorate l’illuminazione pubblica per renderla efficiente e sostenibile. Preservate le aree naturali senza inquinamento luminoso che  permettono di godere le stelle e la luna.

46. Divertiti senza volare 

Pensa a come viaggiare in vacanza con gli amici in modo più sostenibile (andare insieme in treno anziché in aereo o in crociera, che inquinano molto). Viaggiate lentamente, scoprite quanto è vicino e saggio il nostro popolo.

47. Fare educazione ambientale dal Vangelo

Nella catechesi, muovetevi verso la compassione per tutti gli esseri viventi e condividete i beni del Creato, vivete nell’elogio di ciò che viene creato, prendetevi cura della biodiversità, degli alberi, degli insetti e degli uccelli (metteteci delle cassette nido).

Scopri cos’è la conversione ecologica

48. Promuovere alloggi dignitosi

Tutelate le famiglie e date ad ogni famiglia una prima casa dignitosa, per poi sensibilizzare alla cura della Casa Comune, che è la casa di tutti.

49. Ridurre la propria “impronta idrica”

Mangiate meno carne, poiché per produrla viene utilizzata molta acqua. Innaffiate le tue piante con acqua usata o pioggia raccolta in precedenza. Impegnatevi nei gruppi di cooperazione internazionale in modo che tutti abbiano acqua potabile sicura e buone condizioni igienico-sanitarie.

Calcola la tua impronta idrica 

50. Partecipare come cittadini coscienziosi

Interessatevi maggiormente alle politiche ambientali locali, proponete cambiamenti e promuovete iniziative creative, date voce a giovani e non autosufficienti, recuperate la saggezza degli anziani nella gestione della casa.

Guarda questo esempio di Animatore Laudato Si’

51. Vivere a fondo la   Laudato Si’

Partecipate e godetevi il Tempo del Creato e promuovete in questi anni la Piattaforma di Iniziative Laudato Si’.  

Scopri la la Piattaforma di Iniziative Laudato Si’

52. Celebrare l’Eucaristia con gioia

Cristo vive e vuole che tutti vivano pienamente, c’è qualcos altro di più ecologico e amorevole?

 

Pedro Jiménez
Pedro Jiménez

Pedro Jiménez è un sacerdote e biologo della Navarra, membro delle comunità Adsis, chiamato ad essere cristiano e ambientalista fin dall’infanzia. Ha vissuto in America Latina, Italia e Spagna, esercitando con passione il suo impegno per il Regno di Dio con i giovani, i poveri e l’ambiente.

5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments